Fico Turca

Fico Turca

Varietà che risulta molto rustica. Albero di media vigoria, portamento aperto Va in produzione 2 volte l'anno, in luglio e settembre. I frutti sono molto grossi e molto dolci con una buccia color rosso-viola. Peso medio 70 gr. buccia sottile totalmente nera, polpa rosa ambrato consistente, resistente alle manipolazioni.

ALTRE INFORMAZIONI

Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Moracee, genere Ficus. Raggiunge un’altezza non superiore ai 7-8 metri, anche se in alcuni casi può toccare anche i 10 metri.

Le foglie sono molto larghe e leggermente pelose nella pagina inferiore. Sono definite da lobi nel numero da 3 a 5. Il colore è di un verde molto intenso.

fiori sono costituiti dai cosiddetti fichi, quelli che comunemente consideriamo i frutti di questo albero. In realtà i fichi sono delle infiorescenze chiamate siconio. Al contrario i frutti veri e propri sono i semini posti all’interno del fiore.

Coltivazione

Questa pianta pur essendo discreta in altezza, richiede molto spazio in quanto le radici si estendono in superficie. Pertanto è bene tenerne conto quando scegliete il luogo dove posizionarla.

Clima

Essendo originario dell’Asia Minore, presumibilmente della Siria, l’albero di fico richiede un clima temperato. Tuttavia vanta una buona capacità di adattamento anche a lunghi periodi di siccità.

Terreno

Il terreno deve essere ben drenato e del tipo calcareo. L’importante è che l’acidità non superi un pH di 6,5 e che nel complesso il terreno sia fresco e ricco di sostanze organiche.

Messa a dimora

La messa a dimora va fatta tra aprile ed il mese di ottobre, scavando una buca larga almeno 50 cm e ben profonda. Sul fondo si metterà anche del letame.

Bisogna lasciare uno spazio di almeno 4 metri tra una pianta e l’altra ed abbondare con le irrigazioni nella fase iniziale.

Successivamente ci si potrà limitare a innaffiature regolari durante il periodo estivo, che diventeranno più rare in inverno. I primi fichi compariranno generalmente entro 5 anni.